Ultimo Aggiornamento il 15 ottobre 2017

LesMovies: Film e Telefilm Lesbici in TV questa settimana (15 - 22 ottobre 2017)


Questa settimana, tanti i titoli di film lesbici in programmazione, molti dei quali mandati in onda, però, nella notte fonda. I titoli sono praticamente sempre gli stessi, ma questa settimana abbiamo deciso di esagerare e vi indichiamo, velocemente, le recensioni per ognuno. Eccole: "Maschi contro femmine" è un film carino e la lotta senza quartiere tra Nicolas Vaporidis e Chiara Francini per la conquista di Sarah Felberbaum è resa davvero bene ed in modo divertente (facendo così arrivare il messaggio lgbtq in modo molto più semplice e diretto. Onore al merito. Si pensi, infatti, che questo film è del 2010); "La vita di Adele" è un gran bel film a prescindere. La storia d'amore lesbico, poi, è resa dalle due attrici in modo impeccabile, anche nelle più che esplicite scene di sesso (finalmente!). Alzi la mano, poi, chi di voi non si è innamorata, anziché della protagonista, Adèle (Adèle Exarchopoulos), della coprotagonista Emma (Léa Seydoux)...; "Monster" è invece un film crudo e violento, tratto da una storia vera, che vede protagonista la meravigliosa quanto imbruttita Charlize Theron, che ha una storia d'amore lesbico con Christina Ricci; "Silkwood", come detto altre volte, è un film ormai vecchiotto, è del 1983, anche questo tratto da una storia vera, che vede protagonista una ancor giovane Meryl Streep e Cher come personaggio lesbico; "Voices", del 2012, è un film per le appassionate della serie Glee. Atmosfere e dinamiche, infatti, sono esattamente le stesse; "Dreamgirls" racconta la storia del gruppo musicale femminile “Deena and the Dreams” famoso negli anni ’60. Di lesbico non ha pressoché nulla; "11 Donne a Parigi", film francese del 2014, è una commedia brillante e piena di protagoniste femminili - 11 donne, appunto - tra esse Ysis la quale, sposata e madre di quattro figli, si innamora di Marie, proprietaria di un’agenzia di babysitter. Ma non c'é solo questa storia lesbica. Forse un po' sopra le righe, ma davvero carino; "Un bacio romantico" è un film che merita subito un'avvertenza: per quante di voi non vogliono sapere le cose prima, non leggete le prossime righe!. Questo film, infatti, fin dall'inizio spinge tutte noi a credere/desiderare che il bacio romantico di cui si parla nel film sia quello tra Natalie Portman e Norah Jones, ma così non è, mettetevi il cuore in pace. Il bacio sarà tra la Jones e Jude Law (riteniamo giusto avvertirvi perché noi ci siamo rimaste malissimo...abbiamo sperato per tutto il film e poi...). Il sottotesto lesbico, comunque, è molto più che evidente; "Freeheld" è un film inspirato ad una storia vera, vissuta in america, dove una donna poliziotto che conviveva con la sua compagna, ha lottato, supportata poi dal mondo lgbtq, per far riconoscere dallo Stato l’attribuzione della sua pensione alla compagna. Notevoli le attrici, visto che sono Julianne Moore ed Ellen Page; "Predestination" è un film di fantascienza e di viaggi nel tempo che vede delle molteplici trasformazioni della nostra protagonista, ma, in questo caso, proprio non possiamo anticiparvi altro, altrimenti vi roviniamo tutto il film; "Amiche da morire" è, invece, un film italiano che vede come protagoniste Claudia Gerini, Cristiana Capotondi e Sabrina Impacciatore che, secondo noi, merita comunque una segnalazione come film lesbico perché il sottotesto è evidente; "Gli uomini preferiscono le bionde", pellicola del 1953, è uno dei primi grandi successi di Marilyn Monroe che in questo film, affiancata da Jane Russell, merita una citazione, il sottotesto lesbico, infatti, anche in questo caso, appare evidente; "Mustang" è un film duro e drammatico, che parla della vita di cinque sorelle costrette dalle costrizioni religiose e sociali ha rinnegare la loro libertà. L'aspetto saffico è marginale; "Bessie", opera della regista lesbica Dee Rees e con protagonista l'attrice lesbica  Queen Latifah, narra la storia vera della cantante blues, lesbica, Bessie Smith (è stata una delle più grandi ed acclamate cantanti degli anni ’20-’30. Vi consigliamo un suo cd). Dei film della serie Millennium (ne sono previsti due questa settimana, "Uomini che odiano le donne" e "La ragazza che giocava con il fuoco") sappiamo già tutto: sono indicati a tematica lgbtq perché la protagonista, Lisbeth Salander (interpretata nella versione originale svedese da Noomi Rapace) è bisessuale; "The Neon Demon" è un film che non si fa mancare niente: vampire, scene saffiche necrofile ecc..Per quelle a cui piace il genere; "Chloe-Tra seduzione ed inganno" vede una 'storia' lesbica tra la più volte presente (diversi i film a tematica lesbica girati da lei) Julianne Moore, sposata con figli, e la giovane Amanda Seyfried (Chloe); "3 Generations-Una famiglia quasi perfetta" con Naomi Watts, Elle Fanning e Susan Sarandon è un film sulle problematiche relative all'identità di genere, protagonista l'adolescente Ray (Elle Fanning) che vuole intraprendere il passaggio da femmina a maschio. Un tema serio trattato finalmente anche con tono lieve di commedia. E con tre attrici bravissime; "Io, loro e Lara" film italiano, con la regia di Verdone ha, invece, solo un timido - ma molto timido! - e sfuggevole richiamo al mondo lgbtq rappresentato dal rapporto della nipotina adolescente con la sua amichetta del cuore. Davvero niente di che; "Two Mothers" , indicato da cinemagay, è il flm tedesco del 2013 (lo specifichiamo perché sono diversi i film con questo stesso titolo) e narra la storia di questa coppia di donne lesbiche che, nella civilissima germania, deve lottare in ogni modo per riuscire a fare un figlio; "Carol" su questo film non abbiamo molto da dire perché si suppone che quasi tutte voi lo abbiate già visto, comunque, è la storia d'amore, nell'america degli anni cinquanta, tra Cate Blanchett (Carol) e Rooney Mara (Therese), così come tratta dal celeberrimo libro di Patricia Highsmith del 1952/3; "Una sull'altra" è un thriller italiano del 1969 della cui trama non vi anticipiamo nulla. Vi basti sapere che famosa è la scena lesbo tra Marisa Mell ed Elsa Martinelli;"Bound-Torbido inganno" è un film degli anni novanta ed è anche uno dei nostri preferiti, forse perché uno dei primi in assoluto che arrivava alla ribalta anche in Italia: la storia è abbastanza intrigrante e le due attrici, Gina Gershon e Jennifer Tilly, rendono molto bene le scene di sesso lesbico; "Marie Antoinette", come si può capire dal titolo, è l'ennesima trasposizione cinematografica della vita della Regina Francese. Il film, comunque, non ha alcun riferimento lesbico esplicito e nemmeno un sottotesto evidente. Resta il fatto che, come da più storici sostenuto, Maria Antonietta fosse bisessuale, ma, forse, è davvero troppo poco per inserire questo film tra quelli a tematica lesbica. La regia è di Sofia Coppola. Infine, "La Vie en rose", del 2007, è anch'esso un film biografico. Narra la vita dell'indimenticata ed indimenticabile cantante francese più famosa di tutti i tempi, Edith Piaf, interpretata da Marion Cotillard, che, come ormai quasi tutte sappiamo, era lesbica (bisessuale).
Ecco, questi i pochi film a tematica lesbica in programmazione questa settimana. A questi, poi, come al solito, ne abbiamo aggiunti altri, pur senza il link di richiamo alla scheda del film. Come detto già in altre occasioni, ciò è voluto. Tali film, infatti, non sono qualificati ufficialmente come film a tematica lesbica, ma lasciano comunque trapelare aspetti saffici che, secondo noi, fanno si che meritino la visione (Eroine protagoniste indiscusse della pellicola, con o senza tutine in lattice, come nel caso di "Rogue One: A star Wars Story" (ennesimo film della saga di Guerre Stellari. Lo jedi, questa volta, è una donna), "Elektra", "Kill Bill" e "Hunger Games", ma, anche "Colombiana" e "Il buio nell'anima"; oppure, film comunque a tematica femminile e con protagoniste donne - ce ne sono talmente pochi in circolazione! - come nel caso dei film: "Il diavolo veste Prada", "Hannah e le sue sorelle" e "Tre donne al verde", ma anche, ed in questo caso la protagonista principale è donna: "Assolo" ed "Agorà" (e guardate che, quest'ultimo film, haimé, è tratto da una storia proprio vera ed a quella fantastica donna hanno fatto proprio le infamità raccontate nel film..).
Fonti, come sempre, cinemagay.it (sito autore anche di quasi tutte le schede dei film ai quali si rinvia) e comingsoon.it.
Ciò detto, ecco la guida tv ai film e telefilm lesbici in programmazione questa settimana, da domenica 15 a domenica 22 ottobre 2017:

Domenica 15 Ottobre:
h. 21.00 - "Maschi contro femmine" (L) su Sky-Comedy;
h. 21.15 - "La vita di Adele" (LLL) su Cielo;
h. 22.50 - "Monster" (LLL) su Sky-Cult;
h. 22.55 - "Silkwood" (L) su Rai 5;
h. 23.45 - "Il diavolo veste Prada" su Premium/Cinema 2;

Lunedi 16 ottobre:
h.  4.40 - "Voices" (L) su Premium/Cinema;
h. 11.35 - "Dreamgirls" (Q) su Studio Universal;
h. 13.30 - "11 Donne Parigi" (LL) su Sky-Passion;
h. 21.00 - "Hannah e le sue sorelle" su Sky-Classics;
h. 21.15 - "Rogue One: A star Wars Story" su Sky-Cinema 1 e Sky-3D;
h. 23.00 - "Un bacio romantico" (L) su La7D;

Martedi 17 ottobre:
h.  0.05 - "Freeheld" (LLL) su Sky-Hits;
h.  1.00 - "Predestination" (TTT+L) su Tv8;
h. 19.30 - "Assolo" su Premium/Cinema;
h. 21.15 - "Agorà" su Rai 5;
h. 21.15 - "Kill Bill: volume 1" su Paramount Channel;
h. 21.15 - "Rogue One: A star Wars Story" su Sky-Cinema 24;
h. 22.40 - "Amiche da morire" (L) su Sky-Passion;
h. 22.55 - "Gli uomini preferiscono le bionde" (Q) su Sky-Classic;
h. 23.15 - "Hunger Games" su Premium/Energy;

Mercoledi 18 ottobre:
h.  1.00 - "Mustang" (L) su Sky-Hits;
h.  7.55 - "Bessie" (LL) su Sky-Passion;
h. 23.05 - "Millennium-Uomini che odiano le donne" (L) su Rai 4;
h. 23.55 - "Il buio nell'anima" su Iris;

Giovedi 19 ottobre:
h.  0.25 - "The Neon Demon" (L) su Sky-Cult;
h.  3.50 - "Chloe" (LL) su Sky-Passion;
h.  4.35 - "3 Generations-Una famiglia quasi perfetta" (TTT) su Sky-Cinema 1;
h. 19.05 - "Tre donne al verde" su Cine Sony;
h. 19.15 - "Io, loro e Lara" (Q) su Premium/Comedy;
h. 22.50 - "Chloe" (LL) su Sky-Passion;
h. 23.20 - "Elektra" su Studio Universal;

Venerdi 20 ottobre:
h.  0.40 - "Two Mothers" (2013) su Rai Due;
h.  4.35 - "3 Generations-Una famiglia quasi perfetta" (TTT) su Sky-Cinema 24;
h. 14.50 - "Carol" (LLL) su Sky-Passion;
h. 21.15 - "La ragazza che giocava con il fuoco" (L) su Cielo;
h. 21.15 - "Colombiana" su Premium/Energy;

Sabato 21 ottobre:
h.  2.05 - "Una sull'altra" (L) su Rete 4;
h.  4.15 - "Bound-Torbido inganno" (LLL) su Studio Universal;
h.  5.00 - "Marie Antoinette" (Q) su Sky-Passion;
h. 12.40 - "La Vie en rose" (L) su Sky-Passion;
h. 18.50 - "Marie Antoinette" (Q) su Sky-Passion;
h. 19.30 - "Elektra" su Studio Universal;
h. 21.15 - "Rogue One: A star Wars Story" su Sky-3D;
h. 23.00 - "Rogue One: A star Wars Story" su Sky-Cinema 1;

Domenica 22 ottobre (notte, prima dell'alba):
h.  2.20 - "Hannah e le sue sorelle" su Sky-Classics;
h.  2.40 - "Bound-Torbido inganno" (LLL) su Studio Universal;
h.  2.55 - "3 Generations-Una famiglia quasi perfetta" (TTT) su Sky-Cinema 1;



TELEFILM IN TV:
Per i telefilm e le serie tv lesbici, segnaliamo soltanto l'arrivo della 14esima stagione di "Grey's Anatomy", da lunedi 16 ottobre, su FoxLife, in contemporanea con la 13esima stagione per ora in onda ogni lunedi sulla 7. Segnaliamo, inoltre, il ritorno dell'"Ispettore Coliandro" su Rai Due che, nella nuova stagione, iniziata venerdi scorso, vede confermato il personaggio lesbico della collega Bertaccini (Caterina Silva).
Per il resto, non ci sembra ci sia null'altro da segnalare. Ecco, dunque, la guida tv di questa settimana, da domenica 15 a sabato 21 delle serie tv a tematica lesbica:

Domenica 15:
h. 21.15 - "The 100" (Q) su Premium/Action;
h. 22.10 - "The last ship" (L) su Premium/Action;

Lunedi 16:
h. 21.00 - "Grey's Anatomy" (L) su FoxLife; [Stagione 14-Prima]
h. 21.10 - "Grey's Anatomy" (L) su La7; [Stagione 13]
h. 22.55 - "Grey's Anatomy" (L) su FoxLife;
h. 23.55 - "Grey's Anatomy" (L) su La7;

Martedi 17:
h. 21.15 - "Chicago Fire" (L) su Premium/Action;
h. 22.40 - "Il trono di spade" (L) su Rai 4;

Mercoledi 18:
h. 21.05 - "Rosewood" (L) su FoxCrime;

Giovedi 19:
h. 21.30 - "Grey's Anatomy" (L) su La7D;
h. 22.55 - "Pretty Little Liars" (L) su Premium/Stories;

Venerdi 20:
h. 21.00 - "American Horror Story" (G+L) su Fox; [Prima]
h. 21.15 - "Pretty Little Liars" (L) su Premium/Stories;
h. 21.20 - "L'ispettore Coliandro" (L) su Rai Due;
h. 22.45 - "American Horror Story" (G+L) su Fox;

Sabato 21:
h. 21.15 - "Black Sails" (L) su Sky-Atlantic;
h. 22.50 - "The 100" (Q) su Premium/Action;
h. 23.35 - "American Horror Story" (G+L) su Fox.

Buona visione.
MduL

Segnalazione: la bellissima puntata del format tv "Ci vediamo in tribunale", dal titolo "Una famiglia per Sara"

Sempre grazie alla magnifica ed innovativa casa di produzione "Stand by me", che tante soddisfazioni ci ha già regalato (sono loro i produttori/creatori di "Unioni Civili"), è possibile in questa sede segnalare una bellissima puntata del nuovo format "Ci vediamo in Tribunale", trasmesso tutti i pomeriggi, verso le 16.30, su Rai Due, dal titolo "Una famiglia per Sara".
Bellissima perché parla di un tema a noi molto caro; bellissima perché finisce bene anche se fa riferimento ad un periodo nel quale la legge Cirinnà non era ancora stata approvata (verrà approvata dopo poco); bellissima perché è stata trasmessa nel pomeriggio su Rai Due.
Grazie Stand by me.
Qui di seguito il link di raiplay alla puntata "Una famiglia per Sara", andata in onda mercoledì scorso, 11 ottobre, alle 16.30 su Rai Due (ricordate, però, che ormai occorre essere iscritti al sito per poter usufruire dei programmi on demand).


Ecco fatto.
MduL

LesMovies: Film e Telefilm Lesbici in TV questa settimana (8 - 15 ottobre 2017)





Questa settimana davvero niente di nuovo da segnalare, quindi ecco a voi, subito, la guida tv ai film e telefilm lesbici in programmazione questa settimana, da domenica 8 a domenica 15 ottobre 2017 [Fonti, come sempre, cinemagay.it (sito autore anche di quasi tutte le schede dei film ai quali si rinvia) e comingsoon.it]:


Domenica 8 Ottobre:
h.  0.05 - "Kiki & i segreti del sesso" (QQ) su Sky-Cult;
h. 14.50 - "Election" (L) su Studio Universal;
h. 21.15 - "Transamerica" (TTT) su Cielo;


Lunedi 9 ottobre:
h.  0.55 - "La Vie en rose" (L) su Sky-Passion;
h.  3.15 - "L'educazione fisica delle fanciulle" (L) su Rai Movie;
h.  9.50 - "Boygirl-Questione di sesso" (Q) su Sky-Family;
h. 11.25 - "Silkwood" (L) su Studio Universal;
h.  16.45 - "Thelma & Louise" (L) su Sky-Passion;
h. 19.00 - "Chicago" (L) su Sky-Passion;


Martedi 10 ottobre:
h. 21.15 - "Silkwood" (L) su Rai 5;
h. 21.15 - "Predestination" (T+L) su Tv8;


Mercoledi 11 ottobre:
h.  0.25 - "3 Generations-una famiglia quasi perfetta" (TTT) su Sky-Cinema 1;
h. 12.10  "Freeheld" (LLL) su Sky-Hits;
h. 17.10 - "3 Generations-una famiglia quasi perfetta" (TTT) su Sky-Cinema 1;
h. 21.15 - "L'amore all'improvviso" (LLL) su Rete 4; [Nb: per il sito comingsoon, il film in questione è un altro e cioè "L'amore all'improvviso" del 2011, con Tom Hanks]
h. 22.50 - "The Wrestler" (L) su Sky-Cult;


Giovedi 12 ottobre:
h. 15.20 - "Il Club delle prime mogli" (L) su Sky-Passion;
h. 17.10 - "Frida" (L) su Sky-Cult;
h. 21.00 - "L'appartamento spagnolo" (L) su Sky-Comedy Central;
h. 23.00 - "Predestination" (T+L) su Tv8;


Venerdi 13 ottobre:
h. 21.15 - "Uomini che odiano le donne" (L) su Cielo;
h. 21.15 - "Elektra" su Studio Universal;


Sabato 14 ottobre:
h.  2.10 - "Dimenticare Venezia" (QQQQ) su Rete 4;
h. 23.05 - "Flashdance" (L) su Studio Universal;
h. 23.45 - "Boygirl-Questione di sesso" (Q) su Sky-Family;


Domenica 15 ottobre (notte):
h.  1.25 - "Pitch Perfect 2" (L) su Premium/Cinema;
h.  3.30 - "Across the Universe" (L) su Sky-Hits;

* * * * *

TELEFILM IN TV:
Per i telefilm e le serie tv lesbiche, segnaliamo invece almeno due novità: la serie "The 100" (che vede un personaggio lesbico che, haimé, muore praticamente subito) e la nuova stagione della serie "American Horror Story" (con protagonista coppia lesbica). Per il resto, le serie lesbiche in programmazione sono sempre le stesse. Eccole:

Domenica 8:
h. 21.15 - "The 100" (Q) su Premium/Action;

Lunedi 9:
h. 21.10 - "Grey's Anatomy" (L) su La7; [Nuova stagione-Prima]
h. 21.15 - "Black Sails" (Q) su Sky-Atlantic; [Finale di serie-Prima]
h. 23.15 - "Black Sails" (Q) su Sky-Atlantic; [Finale di serie]

Martedi 10:
h. 21.05 - "Black Sails" (Q) su Cine Sony;
h. 22.55 - "Il trono di spade" (L) su Rai 4;

Mercoledi 11:
h. 21.05 - "Rosewood" (L) su FoxCrime;

Giovedi 12:
h. 21.30 - "Grey's Anatomy" (L) su La7D;
h. 22.55 - "Pretty Little Liars" (L) su Premium/Stories;

Venerdi 13:
h. 21.00 - "American Horror Story" (G+L) su Fox; [Prima]
h. 21.15 - "Pretty Little Liars" (L) su Premium/Stories;
h. 22.45 - "American Horror Story" (G+L) su Fox;

Sabato 14:
h. 21.15 - "Black Sails" (L) su Sky-Atlantic;
h. 22.50 - "The 100" (Q) su Premium/Action;
h. 23.35 - "American Horror Story" (G+L) su Fox.
Buona visione.
MduL

LesMovies: Film e Telefilm Lesbici in TV questa settimana (1 - 8 ottobre 2017)


Anche questa settimana pochi film da segnalare. Possiamo però dire che, almeno, i titoli sono un pochino diversi dal solito. Ci sono infatti film che, solitamente, non vanno molto in onda, come, ad esempio, il pur vecchiotto "A proposito di donne", o "Bambole russe", sequel de "L'appartamento spagnolo" o, ancora, "Un gioco da ragazze", film italiano con elemento lesbico sempre latente ma mai espresso o, infine, "Feast of love", film, anche questo, abbastanza vecchiotto ma che può dare molte soddisfazioni alle fans di Stana Katic (la Kate Beckett del telefilm Castle). Previsto più volte in programmazione, invece, il film del 2015, "3 Generations-Una famiglia quasi perfetta", a tematica TTT. Ecco, questo è quanto.  Per concludere, Vi segnaliamo, che alcuni, pochi, titoli sono senza il link di richiamo alla scheda. Ciò è voluto. Tali film, infatti, non sono qualificati ufficialmente come film a tematica lesbica, ma lasciano comunque trapelare aspetti saffici che, secondo noi, fanno si che meritino la visione (rapporti indubbiamente lesbici ma solo accennati e sfuggenti, come nel caso di Burning Plain; attrici protagoniste lesbiche, come nel caso di "Beauty Shop" o film su personaggi comunque interessanti dal punto di vista lesbico, come nel caso di "Elizabeth: the Golden Age").
Fonti, come sempre, cinemagay.it (sito autore anche di quasi tutte le schede dei film ai quali si rinvia) e comingsoon.it.
Ciò detto, ecco la guida tv ai film e telefilm lesbici in programmazione questa settimana, da domenica 1 a domenica 8 ottobre 2017:


Domenica 1 Ottobre:
h. 21.10 - "The Burning Plain" su La5;
h. 22.50 - "Elizabeth: the Golden Age" su Premium/Emotion;

Lunedi 2 ottobre:
h.  0.10 - "Il Club delle prime mogli" (L) su Sky-Passion;
h. 19.30 - "Vicky Cristina Barcelona" (L) su Premium/Emotion;
h. 21.00 - "Monster" (LLL) su Sky-Cult;

Martedi 3 ottobre:
h. 19.25 - "Election" (L) su Studio Universal;

Mercoledi 4 ottobre:
h. 21.00 - "A proposito di donne" (LL) su Cine Sony;

Giovedi 5 ottobre:
h.  0.05 - "Carol" (LLL) su Sky-Passion;
h.  2.25 - "11 Donne a Parigi" (LL) su Sky-Passion;ù
h. 21.00 - "Bambole russe" (L) su Sky-Comedy Central;
h. 21.15 - "Io, loro e Lara" (Q) su Premium/Comedy;
h. 22.50 - "3 Generations-una famiglia quasi perfetta" (TTT) su Sky-Cinema 1;

Venerdi 6 ottobre:
h.  0.40 - "L'educazione fisica delle fanciulle" (L) su Rai Movie;
h. 10.45 - "Feast of love" (L) su Rai Movie;
h. 11.30 - "Mona Lisa Smile" (L) su Sky-Passion;
h. 16.00 - "3 Generations-una famiglia quasi perfetta" (TTT) su Sky-Cinema 1;
h. 22.50 - "3 Generations-una famiglia quasi perfetta" (TTT) su Sky-Cinema 24;
h. 23.05 - "Election" (L) su Studio Universal;
h. 23.20 - "Un gioco da ragazze" (L) su Rai Movie;

Sabato 7 ottobre:
h.  5.00 - "Maschi contro femmine" (L) su Sky-Cinema 1;
h. 21.15 - "Beauty Shop" su Studio Universal;

Domenica 8 ottobre:
h. 21.15 - "Transamerica" (TTT) su Cielo.


TELEFILM IN TV:
Anche per i telefilm e le serie tv niente di nuovo da segnalare. Per ora stanno andando in onda le solite serie. Eccole:

Domenica 1:
h. 22.45 - "Supergirl" (L) su Premium/Action;

Lunedi 2:
h. 21.10 - "Grey's Anatomy" (L) su La7; [Nuova stagione-Prima]
h. 21.15 - "Black Sails" (Q) su Sky-Atlantic;
h. 23.15 - "Black Sails" (Q) su Sky-Atlantic;

Martedi 3:
h. 21.05 - "Black Sails" (Q) su Cine Sony;
h. 22.40 - "Il trono di spade" (L) su Rai 4;

Mercoledi 4:
h. 21.05 - "Rosewood" (L) su FoxCrime;

Giovedi 5:
h. 21.30 - "Grey's Anatomy" (L) su La7D;
h. 22.50 - "Supergirl" (L) su Premium/Action;
h. 22.55 - "Pretty Little Liars" (L) su Premium/Stories;

Venerdi 6:
h. 21.15 - "Supergirl" (L) su Premium/Action;
h. 21.15 - "Pretty Little Liars" (L) su Premium/Stories;

Sabato 7:
h. 21.00 - "Le regole del delitto perfetto" (GG+L) su Fox;
h. 21.15 - "Black Sails" (L) su Sky-Atlantic;
h. 22.45 - "2 Broke Girls" (L) su Fox;
h. 23.45 - "Grey's Anatomy" (L) su FoxLife.


Buona visione.
MduL

Segnaliamo il Film "La Battaglia dei Sessi", con Emma Stone, sulla storica partita di tennis vinta dalla campionessa lesbica Billie Jean King contro Bobby Riggs


Vi segnaliamo il film "La Battaglia dei Sessi", con Emma Stone che veste i panni della campionessa di tennis lesbica, Billie Jean King, che nel 1973 sconfisse Bobby Rings, ex numero uno del ranking maschile, in una partita memorabile. Ma andiamo con ordine. 

Il Film:

I "veri" Riggs e King negli anni '70 (foto newsmax)
il film di cui vi vogliamo parlare si intitola, come detto, "La battaglia dei sessi" (titolo originale: "Battle of the Sexes") ed è un film USA del 2017, diretto da Jonathan Dayton e Valerie Faris.
La pellicola è l'adattamento cinematografico della celebre partita di tennis, nota come la battaglia dei sessi, avvenuta il 20 settembre 1973 tra Bobby Riggs e Billie Jean King e vinta da quest'ultima con il punteggio di «6-4, 6-3, 6-3».
Quindi una donna (campionessa indiscussa del tennis femminile dei tempi), finalmente!, non solo aveva potuto giocare, ma aveva anche vinto contro un uomo (lui ex campione assoluto dei tempi!) nel tennis.
Ora, dell'importanza di tale partita, è rimasta anche per le generazioni future una indelebile traccia, tanto che, appunto, tale partita venne definita "La battaglia dei sessi"
Del resto, erano i primi degli anni settanta e la parità tra uomo e donna era ben lungi dall'essere raggiunta (e sorvoliamo sul fatto che, ancora oggi, non solo non sia stata raggiunta se non formalmente, ma che addirittura sta regredendo...). Vi era, però, finalmente!, un fermento nuovo e rivoluzionario in tutto il mondo, fermento che ha portato anche la 'questione femminile' alla ribalta (sono di quegli anni i movimenti femministi). Ed ecco che, come riportato dalla pagina wikipedia relativa al film in questione "Sulla scia della rivoluzione sessuale e all'ascesa del movimento femminista, la partita di tennis del 1973 tra la campionessa mondiale femminile Billie Jean King e l'ex campione maschile, nonché baro di professione, Bobby Riggs fu etichettata come La battaglia dei sessi, diventando uno degli eventi sportivi televisivi più visti di tutti i tempi, raggiungendo 90 milioni di spettatori in tutto il mondo". 
Film, quindi, indubbiamente interessante per noi donne. Ma non è tanto per questo che ci interessa, in questa sede, ma per un altro aspetto che, si suppone, il film non ha potuto far a meno di indagare e cioè il fatto che, sempre con le parole di wikipedia "La riservatissima King non solo gareggiava per l'uguaglianza, ma lottava anche per venire a patti con la propria sessualità mentre la sua amicizia con Marilyn Barnett - la sua segretaria - andava approfondendosi". 
Perché è di questo che si tratta, la campionessa di tennis Billie Jean King è stata la prima lesbica, quasi ufficiale (ma sul punto, vedi infra), del mondo del tennis, anni prima di Martina Navratilova.

Billie Jean King. Ecco chi è e cosa ha fatto la King anche per tutte noi.

Billie Jean King (foto Bitch Media)
E' vero, di Billie Jean King, per ovvie ragioni, ne abbiamo parlato in più occasioni ed in più sezioni del nostro sito, ma qui ricapitoliamo volentieri almeno le notizie principali tratte da wikipedia.
Nata come Billie Jean Moffitt, crebbe in una famiglia tradizionalista, figlia di un vigile del fuoco e di una casalinga. Imparò a giocare a tennis nei campi da tennis pubblici di Long Beach, in California. Dopo aver frequentato la Long Beach Polytechnic High School ed essere diventata membro del Zayn Welfare Sorority, ottenne le luci della ribalta nel 1961 quando, all'età di 17 anni, vinse il titolo del doppio femminile a Wimbledon alla sua prima apparizione (con la partner Karen Hantze Susman). Sempre a Wimbledon nel 1962, sconfisse la numero uno al mondo e prima testa di serie Margaret Court in una sbalorditiva partita di primo round dopo che la Court stava conducendo 5-2 nel terzo set.
E via discorrendo, avendo vinto, tra il 1966 ed il 1975, tantissimi tornei, sia in singolo che in doppio.
Billie Jean King & Marilyn Barnett oggi (foto zimbio)
A noi, infatti, interessa di più parlare della sua vita privata. La sua biografia, infatti, ci dice che, dopo essersi sposata nel 1965 con lo studente di giurisprudenza Lawrence King (da qui, il cognome King), nel 1971, iniziò una relazione intima con la sua segretaria Marilyn Barnett. Relazione che, però, riconobbe solo dieci anni più tardi e solo perché questa emerse pubblicamente durante una causa. 
La King, dunque, divenne, suo malgrado, la prima atleta statunitense a riconoscere apertamente di aver intrattenuto una relazione omosessuale.
Si, è vero, le è costata tanta fatica - e la possiamo capire - ma tant'è... Pensate che in un programma della PBS, trasmesso il 20 marzo 2005, dichiarò che l'affermazione del proprio orientamento sessuale è stata la lotta più grande della sua vita, precisando di esser cresciuta in una famiglia tradizionalista, che le ha impedito di esprimere apertamente il suo orientamento, in contrasto a giocatrici meno inibite quali Martina Navrátilová che, però, ripetiamo, è arrivata nel mondo del tennis dopo la King.
Certo è che, una volta riuscita a fare il coming out, si è prodigata per la tutela dei diritti Lgbt e non solo. Nel 2001 ha anche ricevuto il riconoscimento dal Gay And Lesbian Alliance Against Defamation (un'organizzazione nata per ridurre la discriminazione contro le persone gay, lesbiche e bisessuali), per "aver dato visibilità e importanza alla comunità nel proprio lavoro" e nel 2013 è stata scelta come rappresentante statunitense della delegazione in missione ai Giochi olimpici di Sochi 2014, assieme ad altri atleti omosessuali, come chiaro messaggio politico da parte dell'amministrazione Obama alla Russia ed alle sue leggi molto restrittive nei confronti delle persone omosessuali.

Due parole anche su Emma Stone che interpreta  Billie Jean King.

Emma Stone è Billie Jean King (cinema fanpage)
Solo una nota al riguardo perché ci fa sorridere l'idea di come una donna minuta come Emma Stone sia riuscita ad interpretare una donna come la King, tanto diversa fisicamente da lei.
Abbiamo scoperto così, leggendo l'articolo di Marisa Labanca per repubblica.it che "c'è voluto molto più del trucco di scena per trasformare Emma Stone, minuta e agile protagonista di La La Land, nella celebre tennista Billie Jean King. Per il ruolo da protagonista in La Battaglia dei Sessi, l'attrice si è sottoposta a un rigido programma alimentare e sportivo che in tre mesi l'ha portata a guadagnare ben 7 chili di muscoli". Sappiamo anche che "per acquisire maggior resistenza fisica si è allenata trainando una slitta del doppio del suo peso e sollevando pesi fino a 136 chili. Raggiunto il fisico adatto per il film, l'attrice ha iniziato un programma di mantenimento: ha ridotto il sollevamento pesi per dedicarsi ad allenamenti cardio due volte a settimana". 
Stupidaggini da sapere, certo, ma è carina la dichiarazione fatta da Emma Stone stessa al riguardo. Ha dichiarato, infatti che "Giocare come un'atleta, così Billie ha potuto cambiare il mondo. Rendere la fisicità incredibilmente importante era l'unico modo per far sentire la sua voce".
Per l'attrice premio Oscar modellare il proprio corpo, senza il timore di rinunciare a un fisico esile e longilineo, dunque, era necessario per rendere giustizia alla tennista che, con la sua forza e la sua tenacia, ha segnato la storia dello sport e dei diritti delle donne.

E, per finire, ecco il Trailer del film:

 

Se non riuscite a vederlo, qui il link.

Ecco fatto.

MduL




Per approfondimenti: 
Pagina wikipedia sul film "La battaglia dei sessi";
Pagina wikipedia su Billie Jean King;
Articolo «La battaglia dei sessi», Emma Stone in versione tennista di Nicola Bambini per vanityfair.it

LesMovies: Film e Telefilm Lesbici in TV questa settimana (24 - 30 settembre 2017)

Questa settimana ancora pochi film da segnalare, tanto che, per tirarvi su il morale, abbiamo inserito anche i - pochi - titoli lesbici inseriti da cinemagay.it nella programmazione tv anche in ore diverse dalla prima serata. Per quanto ci riguarda, vi segnaliamo, oltre ai film "Diario di uno scandalo" e "Tammy", ma anche, in fondo, "Showgirls", i film che andranno in onda nella notte tra martedi e mercoledi ("La vita di Adele" e "La bestia nel cuore") e quelli di venerdi prossimo ("Ho ucciso napoleone" e "Violette"). 
Fonti, come sempre, cinemagay.it (sito autore anche di quasi tutte le schede dei film ai quali si rinvia) e comingsoon.it.
Ciò detto, ecco la guida tv ai film e telefilm lesbici in programmazione questa settimana, da domenica 24 a sabato 30 settembre:

Domenica 24 settembre:
h. 21.15 - "I segreti di Osage County" su Rai 3;
h. 22.50 - "Quel mostro di suocera" (L) su Sky-Passion;
h. 23.10 - "The Whistleblower" su Rai Movie.

Lunedi 25 settembre:
h.  7.50 - "Diario di uno scandalo" (LLL) su Studio Universal;
h. 23.00 - "Showgirls" (LL) su Deejay tv (canale 9); [Nb: x comingsoon h.23.17]

Martedi 26 settembre:
h.  5.14 - "Una sull'altra" (L) su Iris;
h. 21.15 - "Tammy" (L) su Premium/Comedy;

Mercoledi 27 settembre:
h.  0.55 - "La vita di Adele" (LLL) su Sky-Cult;
h.  3.00 - "La bestia nel cuore" (LL) su Rai Movie;
h. 21.15 - "Dreamgirls" (Q) su Studio Universal;

Giovedi 28 settembre:
h. 18.10 - "Laurence Anyways" (TTT) su Sky-Cult;
h. 22.45 - "The Danish Girl" (TTT) su Premium/Emotion;

Venerdi 29 settembre:

h. 21.15 - "Ho ucciso Napoleone" (L) su Rai 3;
h. 22.50 - "Violette" (LLL) su Sky-Passion;

Sabato 30 settembre:
h. 19.10 - "Tre donne al verde" su Sky-Passion;
h. 21.15 - "Election" (L) su Studio Universal;


TELEFILM IN TV:
Anche i telefilm, questa settimana, sono davvero pochi e sempre gli stessi. Del resto, si sa, le serie tv riprendono il via tra qualche giorno, agli inizi di ottobre...
Comunque, ecco, qui di seguito, la Guida tv:

Domenica 24:
h. 23.30 - "Le regole del delitto perfetto" (GG+L) su Rai 4;

Lunedi 25:
h. 21.15 - "Supergirl" (L) su Premium/Action;
h. 21.15 - "Black Sails" (Q) su Sky-Atlantic;
h. 23.15 - "Black Sails" (Q) su Sky-Atlantic;

Martedi 26:
h. 21.00 - "Le regole del delitto perfetto" (GG+L) su Fox;
h. 21.00 - "Grey's Anatomy" (L) su FoxLife;
h. 21.05 - "Black Sails" (Q) su Cine Sony;
h. 22.45 - "2 Broke Girls" (L) su Fox;
h. 22.55 - "Il trono di spade" (L) su Rai 4;

Mercoledi 27:
h. 21.05 - "Rosewood" (L) su FoxCrime;

Giovedi 28:
h. 21.30 - "Grey's Anatomy" (L) su La7D;
h. 22.55 - "Pretty Little Liars" (L) su Premium/Stories;

Venerdi 29:
h. 21.15 - "Pretty Little Liars" (L) su Premium/Stories;
Buona visione.
MduL

"Joan, il bambino fantasma": Rinvio

Foto tratta dall'Articolo "Joan, il bambino fantasma: per lo Stato non esiste perché è nato da due mamme" di C.Mastronicola ed E. Testi
Non possiamo esimerci dal segnalare questa (incomprensibile) vicenda, così ben raccontata ed argomentata da Cristiana Mastronicola ed Elena Testi nel loro articolo "Joan, il bambino fantasma: per lo Stato non esiste perché è nato da due mamme", scritto per il sito dell'Espresso (espresso.repubblica.it).
Come si può evincere dal titolo, stiamo parlando del piccolo Joan, venuto al mondo il 27 dicembre scorso a Barcellona, in Spagna, da mamme italiane (una di esse ha donato l'ovulo e l'altra ha portato avanti la gravidanza) sposate in Spagna e iscritte all'Aire (Anagrafe italiani residenti all'estero) del capoluogo umbro (Perugia). 
Sennonché, Sindaco di Perugia è Andrea Romizi, classe 1979, il quale, alla guida di una coalizione di centro-destra, formata dai partiti: Forza Italia, Nuovo Centrodestra, UDC, Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale e liste civiche Progetto Perugia e Perugia Domani, il quale, secondo noi, inopinatamente, ha negato al piccolo il riconoscimento giuridico in Italia.
Ma andiamo con ordine e vediamo cosa è successo.
Come detto, il bimbo è nato a fine dicembre 2016, a Barcellona, da due madri italiane, regolarmente iscritte all'Aire di Perugia. 
Quindi, il primo febbraio di quest’anno, 2017, il Consolato italiano a Barcellona, in conformità a quanto previsto dalle norme vigenti, trasmette l’atto di nascita del bambino al Comune di Perugia perché si proceda alla sua registrazione. 
Ma passano i mesi e nessuno risponde. L’attesa viene rotta solo da una richiesta di un documento mancante da parte dell'amministrazione comunale. Documento che, prontamente, le due mamme provvedono subito a spedire.
Fatto ciò, di nuovo silenzio assoluto da parte dell'amministrazione che, infine, dopo un altro bel po' di tempo, procede con una nuova richiesta di integrazione di documenti. Questa volta richiede alle due mamme il certificato di parto che specifichi chi delle due abbia dato alla luce il piccolo. Documento che, nonostante si tratti di atto non indispensabile per la trascrizione dell'atto di nascita e il riconoscimento al diritto di esistere, viene lo stesso prontamente inviato dalla due mamme.
Si arriva così al 30 maggio, esattamente tre mesi dopo, quando l'ufficiale di Stato civile decide di rigettare la richiesta delle due donne, privando così un bambino, il piccolo Joan, dei suoi diritti. Bambino che ora, grazie a questa assurda decisione del comune, non risultando essere 'mai nato', diventa, a tutti gli effetti di legge un Apolide su suolo italiano e, come tale, privo dei fondamentali diritti spettanti ad un cittadino italiano, quali, l'iscrizione all'asilo, l'apertura di un libretto bancario per mettere da parte i soldi delle nonne, l'iscrizione all'asl per il pediatra ecc...
L'aspetto più assurdo della questione, non è tanto il legittimo affidamento fatto dalle due mamme sul nostro sistema giuridico, visto che, con le loro stesse parole, <<“Eravamo convinte che tutto sarebbe andato bene”. Nessuno, neanche l'avvocato assunto prima che il piccolo nascesse, poteva prevedere che il Comune rifiutasse di trascrivere un atto di nascita. “Di battaglie in tribunale ne sono state fatte in questi anni, ma speravamo che le ultime sentenze della Cassazione ci spianassero la strada spianata. O almeno la rendessero più semplice”. I giudici del Palazzaccio, in effetti, da qualche anno a questa parte, di fronte a casi simili, hanno sempre dato ragione alle coppie omogenitoriali, sancendo un principio semplice, quasi banale: “Trascrivere un atto di nascita, regolarmente formato all'estero, non va contro l'ordine pubblico”. E quindi contro quell'insieme di norme fondamentali dell'ordinamento giuridico riguardanti principi etici.>>
L'aspetto più assurdo è la posizione - assolutamente illegittima ed incostituzionale - tenuta dalla amministrazione comunale di Perugia e, per essa, dal suo sindaco Romizi, il quale, pur essendo avvocato, sembra non abbia alcuna intenzione di riaprire la questione, trincerandosi dietro una posizione alquanto indifendibile. Sostiene, infatti, che le statuizioni della Cassazione non sono da considerarsi legge.
Non discetteremo, qui, su questo punto perché la questione da affrontare presuppone dei tecnicismi giuridici non consoni alla sede, ma teniamo a ribadire che financo l'avvocatura del Comune ha spedito un parere direttamente al primo cittadino, con il quale consigliava di fare “un passo indietro” e di procedere alla trascrizione dell'atto di nascita di Jeon, perché la posizione presa davanti ad un eventuale giudice sarebbe “indifendibile”.
Perché è di questo che si sta parlando. Ad oggi, in Italia, non è permesso a due mamme riconoscere il loro bambino. E ciò non è permesso nè facendo riferimento alle norme interne perché non ci sono (è stata approvata la legge cd Cirinnà e la giurisprudenza di stato ormai è quasi conforme nel riconoscimento dei figli alle coppie omogenitoriali, ma manca una disciplina giuridica e ciò permette ai sindaci, tipo Romizi, di piegare alle sue - basse - mire politiche la sorte di un piccolo nato da due mamme (o papà), nè alle norme esterne.
In merito alle norme interne, ricordate?, se ne è tanto parlato ai tempi dell'agoniata approvazione della legge Cirinnà sulle Unioni Civili, legge che, come tutte sappiamo, è stata infine approvata solo grazie al taglio operato sulla adozione dei figli nati. Conclusione, ancora oggi siamo  senza uno straccio di normativa che regolamenti la questione. Perché, non confondiamoci, per i bimbi nati da coppie omogenitoriali, non vi è alcun riconoscimento e/o adozione possibile. Non vi è, infatti, una legge che regoli la filiazione per i bambini nati da coppie dello stesso sesso. Ciò che viene previsto è al massimo un'adozione da parte del partner, la cosiddetta stepchild adoption. Una battaglia durata mesi in parlamento ma che si è risolta in un nulla di fatto. I bimbi nati da coppie omogenitoriali, dunque, non possono contare su una adozione piena, avendo un legame diretto solo con il genitore. 
Per ciò che riguarda, invece, l'applicazione delle norme esterne, ciòè di altri regolamenti, come nel caso della richiesta di trascrizione dell'atto di nascita del piccolo Joan correttamente redatto in Spagna. Anche in questo caso siamo alla mercè dei nostri amministratori e politici. Il diritto internazionale privato, in merito, parla chiaro: unico limite ad un'evantuale trascrizione è la violazione dell'ordine pubblico italiano. E la giurisprudenza superiore, oltre che il buon senso, in più occasioni si è espressa ritenendo la trascrizione dell'atto di nascita di un bambino nato dagli stessi genitori, come un atto che in alcun modo lede l'ordine pubblico.
Insomma, ancora oggi siamo in attesa di una normativa che possa regolamentare il settore, per far in modo che, anche in futuro, alcuni Sindaci (secondo noi, assolutamente ed irrimediabilmente ignavi), non possano più piegare alle loro basse e pregiudizievoli motivazioni politiche la sorte e la vita di un bambino.

Ciò detto, per una lettura molto più snella e completa della questione, si rinvia all'articolo citato in premessa e qui richiamato:
"Joan, il bambino fantasma: per lo Stato non esiste perché è nato da due mamme" di Cristiana Mastronicola ed Elena Testi, per il sito dell'Espresso (espresso.repubblica.it)

Ecco fatto. Ora lo sappiamo tutte. Facciamoci sentire.
MduL

LesMovies: Film e Telefilm Lesbici in TV questa settimana (17 - 24 settembre 2017)

Questa settimana poco o nulla di nuovo sa segnalare, se non il film "3 Generations-Una famiglia quasi perfetta", che ha appena iniziato la sua programmazione tv, su Sky. Per il resto sempre i soliti - pochi - titoli. Ma bando alle ciance. Ecco, qui di seguito, la programmazione tv dei film e telefilm lesbici di questa settimana, da domenica 17 a domenica 24 settembre 2017.
Fonti, come sempre, cinemagay.it e comingsoon.it. Le schede dei film alle quali si rinvia sono quasi tutte del sito cinemagay.it; le poche restanti sono del sito comingsoon.it.
Vi ricordiamo, infine, che anche questa settimana pubblichiamo i film in programmazione solo nella serata. Per avere contezza di tutti i titoli, anche quelli dei film che andranno in onda in altri momenti della giornata, vi rinviamo dunque, nel caso, alla guida tv predisposta dal sito cinemagay.it.

Domenica 17 settembre:
h. 21.00 - "Mustang" (L) su Sky-Cult;
h. 21.30 - "La rivincita delle bionde" su La7D;

Lunedi 18 settembre:
Nessun film da segnalare!

Martedi 19 settembre:
h. 21.15 - "Il giardino delle vergini suicide" su Premium/Emotion;
h. 22.55 - "Io, Emmanuelle" (L) (Erotico anni '70) su Premium/Cinema 2;

Mercoledi 20 settembre:
h. 19.25 - "Gli uomini preferiscono le bionde" (Q) su Sky-Classics;
h. 21.15 . "3 Generations-Una famiglia quasi perfetta" (TTT) su Sky-Cinema 1;
h. 22.55 - "The Neon Demon" (L) su Sky-Cult;

Giovedi 21 settembre:
h. 21.00 - "Marie Antoinette" (Q) su Sky-Passion;
h. 21.15 . "3 Generations-Una famiglia quasi perfetta" (TTT) su Sky-Cinema 24;

Venerdi 22 settembre:
Nessun film da segnalare!

Sabato 23 settembre:
h. 19.10 - "Amiche da morire" (L) su Sky-Passion;
h. 21.15 - "Showgirls" (LL) su Nove;

Domenica 24 settembre:
h. 21.15 - "I segreti di Osage County" su Rai 3;
h. 22.50 - "Quel mostro di suocera" (L) su Sky-Passion;
h. 23.10 - "The Whistleblower" su Rai Movie.


TELEFILM IN TV:
Anche per i telefilm lesbici, questa settimana, niente di nuovo da segnalare. Sempre i soliti titoli, sui soliti canali tv. Ecco la guida tv:

Domenica 17:
h. 21.15 - "Supergirl" (L) su Premium/Action; [Finale stagione]
h. 21.15 - "Pretty Little Liars" (L) su Premium/Stories; [Finale di serie]
h. 22.40 - "Le regole del delitto perfetto" (GG+L) su Rai 4;

Lunedi 18:
h. 21.15 - "Black Sails" (Q) su Sky-Atlantic;
h. 23.15 - "Black Sails" (Q) su Sky-Atlantic;

Martedi 19:
h. 21.00 - "Le regole del delitto perfetto" (GG+L) su Fox;
h. 21.00 - "Grey's Anatomy" (L) su FoxLife;
h. 21.15 - "Black Sails" (Q) su Cine Sony;

Mercoledi 20:
h. 21.55 - "Rosewood" (L) su FoxCrime; [Fonte: cinemagay.it]

Giovedi 21:
h. 21.30 - "Grey's Anatomy" (L) su La7D;

Venerdi 22:
h. 21.05 - "Rosewood" (L) su FoxCrime; [Finale di serie]
h. 21.15 - "Il trono di spade" (L) su Sky-Atlantic; [Fonte: cinemagay.it]

Sabato 23:
h. 21.00 - "Le regole del delitto perfetto" (GG+L) su Fox;
h. 21.15 - "Black Sails" (L) su Sky-Atlantic;
h. 21.20 - "Rosewood" (L) su Rai Due;
h. 22.50 - "Supergirl" (L) su Premium/Action;
h. 22.50 - "Rosewood" (L) su FoxCrime; [Finale di serie]
h. 23.00 - "Grey's Anatomy" (L) su FoxLife;
h. 23.05 - "Pretty Little Liars" (L) su Premium/Stories.

Buona visione.
MduL

Addio ad Edith Windsor e Grazie di tutto...

Edith - Edie - Windsor (foto: cultura e colori)

Addio ad Edith Windsor, l'icona dei diritti Lgbt la cui perseveranza in tribunale aprì la strada alla legalizzazione dei matrimoni omosessuali negli Usa. Martedi scorso, ad 88 anni, infatti, è morta serenamente nella sua casa di Manhattan. Ad annunciarlo Judith Kasen-Windsor, la donna che Edie, come la chiamavano gli amici, aveva sposato in seconde nozze. 
Hilary Clinton al funerale di Edith Windsor (fonte repubblica)
Al suo funerale, anche Hillary Rodham Clinton, la candidata alla Presidenza degli USA battuata da Trump, che nel suo elogio funebre ha esordito: "Edie è la donna che più ha saputo cambiare il cuore e le mente di questa nazione. E per questo noi tutti oggi le siamo grati". 
Ed è vero, questa piccola donna, ha cambiato non solo il nostro mondo, in quanto donne e lesbiche, ma anche il mondo intero.
Suo, infatti, il ricorso alla Corte suprema USA, presentato contro tutto e tutti, per vedersi riconoscere il diritto ad essere l'erede legittima della sua compagna, l'amatissima Thea Spyer, morta nel 2009 e sposata in Canada nel 2007 dopo ben 40 anni di vita in comune.
Ricorso vinto nel 2012, con una sentenza che ha fatto la storia di tutte noi e del mondo intero. Grazie ad essa, infatti, si aprirono le porte alla legalizzazione del matrimonio gay che fu infine ammessa e rogolamentata nel 2015.
In merito, stante l'importanza di tale notizia, nel lontano agosto del 2013, scrivemmo anche noi un post che, per quante di voi fossero interessate, vi riproponiamo: "Edith e Thea: l'amore tra due donne dietro la storica sentenza della Corte Suprema USA".
Insomma, è solo grazie a Lei se, di rimando, noi in Italia siamo riuscite, un anno dopo, nel 2016, ad avere almeno una regolamentazione ad hoc, con la legge n. 76/2016, cd. Cirinnà, sulle Unioni Civili.
 
Grazie, dunque, Edie e Buon viaggio.
MduL 


Fonti:
Articolo "Addio a Edith Windsor, eroina e attivista per i diritti Lgbt" di Greta di Maria per repubblica.it del 13 settembre 2017
Articolo di repubblica: "Edith Windsor, l'elogio funebre di Hillary Clinton: "Ha cambiato cuore e mente degli Usa"" di Anna Lombardi per repubblica.it del 15 settembre 2017

LesMovies: Film e Telefilm Lesbici in TV questa settimana (10 - 17 settembre 2017)

Questa settimana, davvero poco o nulla da vedere in tv. I film, così come le serie tv, a tematica lesbica sono praticamente introvabili e, quei pochi che sono previsti in programmazione, sono tutti già visti e rivisti ed a tematica lesbica spesso solo accennata.
Per il resto, le solite premesse e cioè: la guida tv per questo mese fa riferimento solo ai film in programmazione nella serata e non anche la mattina ed il pomeriggio. Le fonti di questa guida tv sono date dai siti cinemagay.it e comingsoon.it. Le schede dei film ai quali si rinvia con i link predisposti sono quasi tutte del sito cinemagay.it. Le poche restanti sono del sito comingsoon.it.
Infine, preme ribadire che non rispondiamo di eventuali quanto repentini cambi di programmazione da parte delle emittenti tv (ormai è, haimé, prassi consolidata, vieppiù in questo periodo ancora quasi estivo...).
Comunque, per quelle di voi che non riuscissero a trovare nulla di meglio da vedere e/o da fare, ecco qui di seguito la Guida Tv ai film e telefilm lesbici di questa settimana, da domenica 10 a domenica 17 settembre:

Domenica 10 settembre:
h. 19.20 - "Come sposare un milionario" su Sky-Classics;
h. 21.00 - "3 donne al verde" su Sky-Passion;

Lunedi 11 settembre:
h. 21.00 - "Mother's Day" su Sky-Passion;
h. 21.05 - "Io, Jane Austen" su Tv2000;
h. 21.15 - "Elektra" su Tv8;

Martedi 12 settembre:
h. 21.15 - "Hannah Arendt" (Biografico) su Rai 5;
h. 22.00 - "Whip It!" (L) su Paramount Channel;
h. 23.00 - "Kiki & i segreti del sesso" (QQ) su Sky-Cult;
h. 23.10 - "Rock of Ages" (Q) su Premium/Cinema;

Mercoledi 13 settembre:
Nulla da segnalare.

Giovedi 14 settembre:
h. 21.00 - "Monster" (LLL) su Cine Sony;
h. 23.45 - "Interno Berlinese" (LL) su Cielo;

Venerdi 15 settembre:
h. 19.25 - "Quasi amici" (L) su Premium/Emotion;
h. 21.15 - "Diabolique" (LL) su Cielo;
h. 21.15 - "La pazza gioia" (L) su Rai 3;
h. 23.05 - "Mean Girls" (Q) su Studio Universal;

Sabato 16 settembre:
h. 19.05 - "Maschi contro femmine" (L) su Sky-Comedy;
h. 19.05 - "The Wrestler" (L) su Sky-Cult;
h. 19.40 - "Le ragazze del Coyote Ugly" (L) su Rai Movie;
h. 21.00 - "La vie en rose" (L) su Sky-Passion;


Domenica 17 settembre:
h. 21.00 - "Mustang" (L) su Sky-Cult;
h. 21.30 - "La rivincita delle bionde" su La7D; 





TELEFILM IN TV:
Come detto in premessa, anche per i telefilm e le serie tv abbiamo poco o nulla da segnalare. Preme farvi presente, in ogni caso, che, anche per quanto riguarda le serie tv, si fa riferimento solo alla programmazione della serata.


Domenica 10:
h. 21.15 - "Supergirl" (L) su Premium/Action;
h. 21.15 - "Pretty Little Liars" (L) su Premium/Stories; [Finale di serie]
h. 22.05 - "2 Broke Girls" (L) su Premium/Joi;
h. 22.10 - "Black Sails" (Q) su Sky-Atlantic;
h. 22.50 - "Le regole del delitto perfetto" (GG+L) su Rai 4;
h. 22.55 - "Grey's Anatomy" (L) su FoxLife;

Lunedi 11:
h. 21.15 - "Black Sails" (Q) su Sky-Atlantic;
h. 23.15 - "Black Sails" (Q) su Sky-Atlantic;

Martedi 12:
h. 21.00 - "Le regole del delitto perfetto" (GG+L) su Fox;
h. 21.00 - "Grey's Anatomy" (L) su FoxLife;
h. 21.35 - "Black Sails" (Q) su Cine Sony;

Mercoledi 13:
h. 22.50 - "Gotham" (L) su Premium/Action; [Finale di stagione]

Giovedi 14:
h. 21.30 - "Grey's Anatomy" (L) su La7D;

Venerdi 15:
h. 21.05 - "Rosewood" (L) su FoxCrime;
h. 21.15 - "Rosewood" (L) su Rai Due;
h. 21.15 - "2 Broke Girls" (L) su Premium/Joi; [Finale di serie]
h. 22.55 - "Grey's Anatomy" (L) su FoxLife;
h. 23.15 - "The Fall" (L) su Sky-Atlantic; [Finale di serie]

Sabato 16:

h. 21.00 - "Le regole del delitto perfetto" (GG+L) su Fox;
h. 21.15 - "Il trono di Spade" su Sky-Atlantic; [Finale di stagione]
h. 22.45 - "Black Sails" (L) su Sky-Atlantic;
h. 22.50 - "Supergirl" (L) su Premium/Action;
h. 23.00 - "Grey's Anatomy" (L) su FoxLife;
h. 23.05 - "Pretty Little Liars" (L) su Premium/Stories;




Buona visione.
MduL